Chat with us, powered by LiveChat
  • BLACK FRIDAY SALE - SCONTO DEL 50% SU TUTTI I PRODOTTI
PRODOTTO ORIGINALE AUTORIZZATO
SPEDIZIONE ENTRO 24 ORE
SUPPORTO TRAMITE CHAT, E-MAIL E TELEFONO
NUMERO VERDE +39 02 40708211
 

Situazione legale

"Un produttore di software non può opporsi alla rivendita delle sue licenze usate (...). Il diritto esclusivo di distribuire una (...) copia del programma si esaurisce con la prima vendita".

 

Situazione legale relativa al commercio con il software usato

Corte di giustizia europea, sentenza del 3 luglio 2012, causa C-128/11

I produttori di software non possono difendersi dalla rivendita di software usato. Il diritto esclusivo di distribuire la copia del programma si esaurisce con la prima vendita. In questa sentenza, la Corte afferma che il principio dell'esaurimento del diritto di distribuzione si applica non solo quando le copie del software sono vendute su supporti dati, ma anche quando sono distribuite tramite download dal sito web della società.

Sentenza della Camera degli appalti pubblici di Münster del 01.03.2016, rif. VK 1-2/16

L'esclusione dalle gare d'appalto di software già utilizzati viola la legge sugli appalti pubblici. La Camera degli appalti pubblici del governo di Münster ha così chiarito che i software usati non possono più essere esclusi dalle gare d'appalto. L'impegno nei confronti del nuovo software di Microsoft viola il principio di neutralità nella procedura di gara d'appalto. Una tale restrizione non potrebbe più essere oggettivamente giustificata. Le licenze usate non si discostano dall'originale. Al contrario, non possono essere distinti dalla versione originale. VK Münster raccomanda agli acquirenti di software usati di ottenere un certificato che certifichi la disinstallazione della copia. Questo potrebbe essere concordato nel contratto con un cosiddetto accordo di esenzione. Un'ulteriore marcatura della catena dei diritti non è necessaria e non può essere rivendicata.

Sentenza della Corte federale di giustizia del 17.7.2013, Az. I ZR 129/08

Con la sua decisione del 2013, la BGH ha confermato che il commercio con licenze software usate è legale. Circa un anno dopo la Corte di giustizia europea, la BGH si è occupata anche della situazione giuridica del commercio con licenze di software usato. Ha confermato la decisione della CGCE nella sua interezza.

Corte federale di giustizia, sentenza dell'11.12.2014, numero di fascicolo I ZR 8/13

La Corte federale di giustizia (BGH) ha stabilito che la sentenza della Corte di giustizia è rilevante anche per i contratti di licenza di volume e la loro suddivisione. Con questa sentenza, il BGH ha respinto l'appello di Adobe nella sua interezza. Pertanto, si applica ora che le licenze software dei contratti di licenza a volume possono essere vendute singolarmente. L'acquisto di singole licenze usate da licenze a volume è quindi giuridicamente sicuro e non è in alcun modo rischioso per gli acquirenti di software usati.

Wiresoft Ltd. & Co KG è un partner affidabile per l'acquisto e la vendita di licenze di volumi usati. Offriamo solo prodotti originali e ne facciamo controllare la catena di fornitura da società di revisione. Lo stesso vale per l'inutilità delle licenze in caso di proprietari precedenti. Con l'acquisto riceverete tutti i documenti necessari per l'utilizzo conforme alla legge del software utilizzato!

OLG, sentenza dell'agosto 2016, rif. 406 HKO 148/16

Il tribunale regionale superiore di Amburgo ha stabilito che non può essere richiesta la divulgazione della catena dei diritti. Con questa decisione, il Tribunale regionale superiore impedisce l'affermazione che la divulgazione della catena dei diritti, cioè il precedente proprietario di una licenza, è necessaria per il commercio con il software usato.

Ultima vista